ICO

Guida: comprensione degli ICO (offerta iniziale di monete)

ICO è l'abbreviazione di Offerta iniziale di monete (Offerta iniziale di monete, in traduzione gratuita) e consiste nell'emissione di criptovalute, o token, da parte di società allo scopo di raccogliere capitali.

Sebbene sia un modo non regolamentato di raccogliere fondi, fino al primo semestre del 2017 questo tipo di finanziamento ha generato più di 1 miliardo di dollari secondo il sito web di Coindesk, sparando da allora.

In questa guida esclusiva dal Portale Cryptoeconomics, capirai come avviene ogni fase di questo processo, che, sebbene stia diventando sempre più popolare, solleva molti dubbi.

Comprensione passo dopo passo

  1. Una società, solitamente collegata a tecnologia blockchain, decide di creare e vendere la propria criptovaluta per raccogliere fondi e finanziarne il funzionamento;
  2. Per convincere le persone ad acquistarli, questa azienda pubblica documenti esplicativi ed espone pubblicamente le direzioni che prenderanno dopo aver catturato i soldi dalla vendita della criptovaluta di nuova creazione;
  3. quelli criptomoedas, che in questi casi vengono chiamati gettoni a causa della loro natura generalista, vengono offerti in vendita in un periodo di tempo specifico, ad esempio un mese o più. È comune, nei primi giorni di questa fase, che vengano offerti bonus per aumentare le vendite;
  4. Investitori interessati ad acquistarli gettoni può farlo da a scambio o direttamente sul sito web dell'azienda. Il pagamento avviene tramite Bitcoin, Etere o altre criptovalute;
  5. Dopo la vendita di gettoni, viene creato un mercato libero. Gli investitori iniziano a comprarli e venderli da altre persone e, a seconda dell'offerta e della domanda, i valori aumentano o diminuiscono;
  6. In generale, gli investitori ottengono risultati in due modi: nel mercato libero, vendendo gettoni acquisiti da altri investitori, o con i vantaggi offerti dall'acquisizione degli stessi;
  7. I vantaggi sono diversi. Alcune aziende collegano, ad esempio, una percentuale dei loro profitti ai token, rendendoli una sorta di titoli, dove puoi guadagnare. Altri consentono di pagare esclusivamente con essi servizi, come file hosting e utilizzo di risorse informatiche.

Precauzioni quando si investe in ICO

Ora che hai capito come funzionano le ICO, potresti pensare di iniziare a fare i tuoi investimenti in quest'area. Sebbene sia possibile realizzare un profitto e ci siano persino fondi di investimento specializzati, c'è poca cura.

A differenza degli investimenti tradizionali, non esiste un organismo di regolamentazione dietro questa pratica. Se da un lato si tratta di un progresso tecnologico del cosiddetto Internet of Trust, è anche difficile recuperare i soldi in caso di frode.

Pertanto, investire in un ICO richiede una comprensione e una conoscenza minime del mercato di riferimento in cui si trova o sarà la società emittente. La mancata o incapacità di eseguire il piano proposto può rendere il tuo bene totalmente illiquido.