Generale

Visa e integrazione di criptovaluta in vista?

Pubblicato da il 15 ottobre 2020, contrassegnato come , ,

L'annuncio di un'integrazione tra Visa e Criptovalute potrebbe rappresentare l'inizio di una nuova era per le valute digitali decentralizzate.

In un'intervista con Futures Fintech, Il CEO di Ternio, Daniel Gouldman, ha annunciato una partnership con Visa.

Pertanto, viene rivelato l'interesse del banner della carta di credito nelle attività rivolte al mercato delle criptovalute.

“Questo dimostra l'impegno di Visa a integrare altre società che sviluppano la crittografia. Quello che stiamo facendo è il futuro delle banche ", ha detto Gouldman.

In questo modo, Ternio potrà offrire l'accesso al saldo di un cliente in criptovalute e consentirne l'utilizzo come forma di pagamento per i clienti Visa tramite la carta di debito sviluppata dall'azienda, denominata BlockCard.

L'integrazione ha le tredici principali criptovalute presenti sul mercato.

Tuttavia, la carta di debito BlockCard che era già stata emessa sotto il banner Visa e dovrebbe essere estesa anche alle fintech attualmente supportate dalla carta di credito in un programma di accelerazione.

Integrazione tra Visa e criptovalute

Annunciata martedì scorso (13), la partnership tra Ternio e Visa avverrà attraverso il programma Fast Track, finalizzato allo sviluppo delle fintech nel mercato.

Quindi, oltre ai clienti di Ternio che già utilizzano carta di debito in criptovaluta, il programma consentirà l'offerta del prodotto anche alle fintech che fanno parte di Fast Track.

Inoltre, l'integrazione tra le società rafforza l'interesse di Visa a supportare progetti legati al mercato delle criptovalute, come la carta di debito BlockCard.

Ternio offrirà l'integrazione con 13 tipi di criptovalute.

Addebito con carta Visa con saldo Bitcoin

Visa supporterà il progetto della carta di debito finalizzato all'utilizzo delle criptovalute BlockCard.

Questa carta consentirà l'integrazione tra fintech che fanno parte del programma "Fast Track" con criptovalute come Bitcoin.

Così, il progetto dell'azienda Ternio dovrebbe acquisire una visibilità ancora maggiore con Visa poco dopo l'integrazione tra le due società.

Secondo Cointelegraph, l'offerta di accesso e utilizzo delle criptovalute tramite Ternio ai “clienti fintech” di Visa è stata confermata in un'intervista da Terry Angelos.

"L'attenzione e l'esperienza di Ternio sull'ecosistema crittografico aiuteranno le aziende 'Fast Track' focalizzate sulle valute digitali ad accedere rapidamente e facilmente alla piattaforma e alla scalabilità di Visa", ha affermato Angelos.

Anche la carta Litecoin è in vista!

Oltre alla carta di debito BlockCard, la piattaforma sta sviluppando una carta esclusiva chiamata "Litecoin Card".

In questo caso, la carta di debito offrirà pagamenti con altcoin, frutto di una partnership tra Ternio e la Fondazione Litecoin.

Pertanto, Ternio, considerata una società di criptovaluta di rilevanza nel mercato, offre tramite la carta di debito BlockCard un'integrazione con 12 diverse criptovalute oltre a Bitcoin, quali:

  • Ethereum (ETH)
  • Ripple (XRP)
  • Litecoin (LTC)
  • Bitcoin Cash (BCH)
  • Basic Attention Token (BAT)
  • Dai (DAI)
  • Paxos Standard (PAX)
  • Lumen stellare (XLM)
  • Tether (USDT)
  • TrueUSD (TUSD)
  • Moneta USDC (USDC)
  • TrueUSD (TUSD)

Pertanto, siamo di fronte a movimenti che dimostrano lo sviluppo del mercato delle criptovalute verso la maturità.

Quindi possiamo aspettarci che le valute digitali cresceranno ancora in termini di usabilità ed esposizione alle masse.

Per una guida all'acquisto di Bitcoin, clicca qui!